Feste, sagre e fiere

La Festa te lu Mieru è una tradizione carpignanese che si rinnova ininterrottamente dal 1975. Musica, stand, degustazioni di prodotti tipici e tanto spettacolo per una manifestazione carica di folklore e divertimento che richiama - ogni anno - migliaia di visitatori. L'evento si svolge, in genere, il primo fine settimana del mese di settembre, nel borgo storico dove, tra un rosso e un rosato, sarà anche possibile ammirare i monumenti che impreziosiscono il centro del paese. In questo modo, la festa associa l'aspetto gastronomico a quello culturale, in un mix da non perdere.

Si ripete ogni anno, la Fiera di Ognissanti, manifestazione di origini medievali che coinvolge, nel mese di novembre, la cittadinanza di Carpignano e attira l'attenzione dell'intera provincia. La fiera, in origine di natura meramente agricola, ha mutato le proprie caratteristiche con il passare degli anni e oggi gli stand espongono e commercializzano prodotti di ogni genere, compresi quelli di tipo industriale e artigianale. La fiera - tra le più antiche del territorio salentino - è legata al culto dei Santi Medici e della omonima chiesetta che sorgeva in località Cerbeno o San Cosimo, dove la manifestazione aveva luogo prima che fosse spostata a Carpignano.

La Festa della Madonna della Grotta si svolge a luglio, in ricordo della miracolosa guarigione di un cieco rifugiatosi in una grotta, durante un temporale. L'apparizione della Madonna, per il culto della quale fu realizzato un Santuario, viene ricordata e festeggiata ogni anno, durante la processione del 2 luglio quando, simbolicamente, il sindaco consegna le chiavi di Carpignano al simulacro della Madonna, in segno di devozione. Il giorno successivo è, invece, la volta delle celebrazioni civili, con l'accensione di pittoresche luminarie e i concerti bandistici.

X
Torna su